COGNOME PER I BIMBI NATI DAL 2 GIUGNO 2022: SI CAMBIA

Pubblicato il 4 giugno 2022 • Anagrafe

registri_stato_civile

COSA SUCCEDE ORA                                                                                                   

Dal 2 giugno 2022 cambia radicalmente l’attribuzione del cognome ai nuovi nati. La sentenza della Corte Costituzionale n. 131/2022 ha dichiarato illegittima la norma che prevedeva che il figlio assumesse il cognome del padre. Per tale ragione, secondo le nuove regole,  i genitori che abbiano riconosciuto il figlio dovranno alla nascita  scegliere fra una delle seguenti ipotesi:

  1. Il cognome del figlio è composto dal cognome dei genitori, nell’ordine da loro stessi deciso (prima quello del padre poi quello della madre o viceversa): questa è la procedura ordinaria. Nel caso un genitore abbia  un doppio cognome, dovranno esserne riportati tutti gli elementi.

  2. Esclusivamente su comune accordo, i genitori potranno attribuire al figlio solo il cognome di uno di essi.

 

… E SE MANCA L’ACCORDO?

L’accordo dei genitori è fondamentale per la formazione dell’atto di nascita, sia che riguardi l’ordine dei cognomi sia che si riferisca alla scelta di attribuirne uno solo: senza l’accordo l’Ufficiale di Stato Civile non può redigere l’atto. Per risolvere la controversia  i genitori dovranno rivolgersi al giudice (art. 316 c. 2° e 3°  del codice civile oppure, se vi è situazione di crisi della coppia, art. 337 c. 3°, 4° e 8° del codice civile). Attenzione però: il giudice può intervenire solo sulla questione dell’ordine da dare ai cognomi dei due genitori, mentre la mancanza di accordo sul fatto di attribuire al bambino un solo cognome, al momento non può essere risolta per via giudiziale: detto in altri termini, la mancanza di accordo fra i genitori impedisce sempre e comunque la possibilità di attribuire al bambino un solo cognome, per cui  gli verranno assegnati dal giudice i cognomi di entrambi i genitori nell’ordine stabilito dallo stesso.

 

DECORRENZA E SCENARI FUTURI

Queste regole sono valide per le nascite avvenute dal 2 giugno 2022 in poi e per i procedimenti per l’attribuzione di cognome pendenti presso il Tribunale. Al momento fa testo la sentenza della Corte Costituzionale, Corte che ha invitato il legislatore a promulgare una legge che possa chiarire importanti aspetti, quali:

-  lo studio di un meccanismo tale da impedire la moltiplicazione dei cognomi con il succedersi delle generazioni;

-  l’interesse dei figli a non vedersi attribuito un cognome diverso rispetto a quello di fratelli e sorelle (a questo proposito, è stato suggerito di rendere vincolante la scelta effettuata in occasione della nascita del primogenito: per ora si tratta comunque solo di una proposta).

Da quanto sopra evidenziato, si sottolinea che la presente informativa è stata redatta all’indomani della pubblicazione della sentenza con le disposizioni normative disponibili. Ogni aggiornamento verrà tempestivamente comunicato.

 

PER SAPERNE DI PIU’…

  •  Sentenza Corte Costituzionale n. 286/2016 pubblicata in G.U. il 28/12/2016

  • Sentenza Corte Costituzionale n. 131/2022 pubblicata in G.U. il 01/06/2022

  • Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari interni e territoriali: Circolare n. 63 del 01/06/2022 “Decisione della Corte Costituzionale n. 131/2022. Attribuzione del cognome di entrambi i genitori”.